BLOG

Dico cose, condivido strumenti e lancio qualche provocazione

Cosa non fare quando non si sa che fare

Cosa non fare quando non si sa che fare

Sono una sostenitrice dell’azione, una persona che crede che la propria storia la si sviluppi scrivendola. «Nulla die sine linea», il motto attribuito da Plinio il vecchio al pittore greco Apelle, mi calza decisamente bene. Succede però, anche alle persone … Read More

Featured Post
Fine primo tempo: oggi è il primo tempo di domani

Fine primo tempo: oggi è il primo tempo di domani

Individuare ciò che è prioritario. Mantenere il focus. Agire con costanza. C’è stato un tempo in cui se qualcuno avesse messo queste tre frasi una dopo l’altra gli avrei dato del pazzo, dell’ammaestrato, del fanatico. È stato il tempo in … Read More

Featured Post
Quando ritrovarsi nella merda non è terribile come sembra

Trovarsi nella merda: la strada della felicità per tragicomici guerrieri

Mi sono a lungo domandata quale fosse il senso delle cose peggiori che ci capitano. Che senso abbia perdere un genitore, un figlio, un amore; che bisogno ci sia di fame, carestie, epidemie, guerre, violenze. Quale sia la necessità del … Read More

Featured Post
perché lèggere aiuta a realizzarsi

Lector in fabula: perché lèggere aiuta a realizzarsi

Fino ai diciotto anni, fino alla conquista della patente, ho passato la maggior parte del tempo libero dai doveri scolastici e famigliari (e all’onor del vero rubacchiando a questi una buona fetta) a leggere. Ognuno di noi ha una storia … Read More

Featured Post
Dall'universo al multiverso

La tua storia è un racconto a più dimensioni

Ciò che ho imparato lavorando sulle sceneggiature è che una storia non hai finito di crearla finché non hai finito di scriverla. E in verità, a riprenderla in mano anni dopo aver sigillato con la parola fine l’ultima pagina, ti … Read More

Featured Post
Appesi al filo dei ricordi: la memoria della nostra storia

Appesi al filo dei ricordi: la memoria della nostra storia

Si può riscrivere la propria storia? E se davvero si può fare, come la mettiamo con il passato? Perché ciò che è stato non può essere cambiato. Oppure sì? E in quale modo e misura? Sommario dei contenuti1 Ricordi in … Read More

Featured Post
l'estate dentro: imparare a godersi le onde

L’estate dentro: imparare a godersi le onde

Si avvicinano le vacanze e quest’anno, rispetto agli scorsi, non vedo l’ora di fermarmi. È uno strano sentimento per una stacanovista come me. Un sentimento che soltanto qualche settimana fa mi ha fatta sentire ingrata. Sbagliata. Su questa faccenda dell’ingratitudine … Read More

Featured Post
L'ipocondria: quando la mancanza di compassione e accettazione prendono il sopravvento

L’ipocondria: quando la mancanza di compassione e accettazione prendono il sopravvento

Ogni volta che il mio corpo non risponde perfettamente all’idea di ‘sana e robusta costituzione’, io vado in tilt. È sufficiente un abbassamento di pressione, un mal di testa che duri due giorni di seguito, una breve scossa che mi … Read More

Featured Post
Mann ist was er isst, o del lasciarsi divorare dall'interno

I divorati: quando l’anima diventa famelica

«L’uomo è ciò che mangia», scriveva nella seconda metà dell’Ottocento il filosofo tedesco Ludwig Feuerbach. Una frase che oggi capita spesso di trovare nell’incarto di un cioccolatino, o su un sito a tema nutrizionista o, ancora, su qualche portale che … Read More

Featured Post
Gengo, dare un nome al proprio futuro desiderato

Gengo, Giappone e riti di passaggio: iniziare il futuro con le parole giuste

Lo scorso 1° maggio il Giappone è entrato ufficialmente nell’era Reiwa che perdurerà per l’intero periodo del mandato dell’imperatore Naruhito, succeduto al padre Akihito dopo che quest’ultimo, all’onorevole età di 85 anni, ha scelto di abdicare. Dalla Restaurazione Meiji ad … Read More

Featured Post