CORSO DI FIABAZIONE A NUMERO CHIUSO
NELLA BORSA DI MARY
creare fiabe per sciogliere blocchi, generare risorse, trovare soluzioni
inizio del corso 28 aprile 2021, ore 19
CI SONO!

 

In questa terra dell’immaginazione,

ci entreremo come se non ci fossimo mai stati prima

e insieme come se stessimo tornando a casa.

(attribuzione incerta)

 

Fiabare

cosa vuol dire?

Fiabare, e fiabarsi, significa tradurre in una metafora la storia di una vita, o un particolare evento biografico.

Con la fiabazione risolviamo problemi e ci risolviamo in quanto equazioni complesse, piene di incognite, di parentesi drammatiche, di talenti in potenza e di radici ingarbugliate in angoli ottusi e talvolta ciechi.

Fiabando e fiabandoci, creiamo ponti tra il reale e l’immaginario, tra logica e fantastica, tra quel che è e quel che non è ancora, o non è più.

Perché le fiabe, da sempre, uniscono – i grandi con i piccini, il possibile con l’impossibile, la paura con il coraggio, i puntini sulla carta per farne una mappa – e aiutano a diventare.

Invito al viaggio

il corso in tutta la sua fiabesca meraviglia

Per chi

Nella borsa di Mary è un corso di fiabazione e autofiabazione per adultə persə in una foresta, incastratə in una torre, bloccatə da un incantesimo o tallonatə da un drago furibondo, una strega maligna o un orco affamato.

E se sei quel tipo di adultə che non crede esistano né i draghi, né le streghe, né tantomeno gli orchi affamati, questo corso serve a te più che a chiunque altro.

Se non puoi credermi, partecipa al corso e verifica da solə.

Come funziona

Il corso si svolge in presenza su piattaforma digitale, ogni mercoledì (tranne l’ultimo incontro che sarà di giovedì) dalle 19 alle 20:30, per un totale di sei incontri.

ATTENZIONE: per le modalità di svolgimento il corso è a numero chiuso.

Quanto costa

Nella borsa di Mary costa 120 € (sì, davvero, per tutti e sei gli incontri)

Cosa ti porti a casa

A fine percorso metterai nella tua borsa delle meraviglie (senza limiti di capienza, proprio come quella di Mary Poppins, madrina di questo corso) uno dei più duttili e divertenti strumenti di autoanalisi per non pazienti (la definizione è una citazione dal titolo di questo libro di Duccio Demetrio) che ti aiuterà, ogni volta che deciderai di usarlo, a eliminare le inquietudini, le ansie e le paure e ad affrontare i tuoi guai con risorse inedite.

Il programma

i temi che affronteremo insieme nel percorso

mercoledì 28 aprile 2021 

L’incontro ⇒ Io piccolə, tu grande

mercoledì 5 maggio 2021 

L’ascolto ⇒ Completo VS Perfetto

mercoledì 12 maggio 2021 

L’integrazione ⇒ Non mi basta!

mercoledì 19 maggio 2021 

La pazienza ⇒ Quand’è il momento giusto?

mercoledì 26 maggio 2021 

Il congedo ⇒ Tutta un’altra storia

giovedì 3 giugno 2021 

L’emancipazione ⇒ C’era ancora una svolta

Se ti unisci al viaggio, sai che avviene laggiù?
Bibbidi-bobbidi-bu!

C'era una volta un guaio

In un guaio possiamo inciampare, scivolare, cadere.

Ma un guaio può anche colpirci tra capo e collo, caderci in testa, tenderci un agguato.

Oppure lo possiamo incontrare per caso, e seguire.

Qualche volta possiamo adottarlo, nutrirlo e crescerlo per anni e anni. E in certi casi, persino inventarcelo e costruircelo a tavolino.

Il mondo delle fiabe, da adulti, ci pare lontanissimo solo se lo frequentiamo poco: perché appena ci mettiamo un piede dentro è subito chiaro che così distante non è.

Come i protagonisti di molte fiabe, infatti, in certi momenti della vita pariamo vere e proprie calamite per i problemi; e in altri, dei provetti produttori di guai in serie.

Sommersi dai ritmi del quotidiano, costantemente pungolati da preoccupazioni, grattacapi, stimoli e richieste da ogni traiettoria possibile, lo spazio che ci occorrerebbe per rivolgere l’attenzione all’interno, disinnescare il pilota automatico, e trovare risposte davvero risolutive, si assottiglia fino a farsi troppo stretto.

Ecco perché il più delle volte le soluzioni che adottiamo per risolvere le nostre grane, e i malesseri che le accompagnano, funzionano nel breve e brevissimo termine, ma risultano poco o pochissimo efficaci nel medio e lungo periodo: perché le troviamo e creiamo nel medesimo spazio che le ha generate.

Quello stretto strettissimo, sì.

Quello che per forza di cose ci costringe a lasciar fuori  dall’equazione tutta una serie di bisogni, desideri ed emozioni che, nei risicati interstizi di spazio e tempo che ci rimangono, non riusciamo né a contemplare né ad accogliere.

Parafrasando Einstein: non possiamo risolvere i problemi nel medesimo contesto in cui sono stati creati.

Per risolvere, e risolverci, dobbiamo cambiare piano, punto di vista, contesto.

Dunque, se le soluzioni non possiamo trovarle nel mondo logico razionale, perché non provare a cercarle nel mondo dell’immaginazione e della fantastica?

Le fiabe per prendersi cura di sé

Le fiabe sono un farmaco per l’anima senza controindicazioni, somministrato dalla notte dei tempi, e in dosi anche massicce, a bambini e adulti di ogni età.

Attraverso le fiabe ci conosciamo meglio, e riconosciamo meglio quel che c’è ed è, senza travestimenti e coperture.

Ogni fiaba, che sia la nostra o una classica, è un luogo in cui possono convivere tutti i lati, anche i più nascosti, della nostra personalità, e insieme a loro i demoni, le paure, i desideri indicibili e i bisogni più viscerali che ci abitano.

Nelle fiabe troviamo l’Accoglienza con la A maiuscola: ogni azione o emozione – bella e brutta, buona e cattiva, giusta e sbagliata – ha infatti diritto di cittadinanza.

Nello spazio protetto della fiaba possiamo sperimentare e sperimentarci senza ansia di fallimento, timori di ritorsione e frontiere: gli unici limiti sono quelli che ci impone la nostra fantasia.

Nelle nostre fiabe, così come accade nel repertorio di quelle classiche, cento anni passano in una manciata di parole.

Senza i confini dettati dallo spazio e dal tempo così come siamo abituati a viverli giorno per giorno, possiamo trovare ora il modo per avvicinarci a ciò che ancora non abbiamo; ora il modo per allontanarci quanto basta da quel che ci fa male per guardare dentro le ferite senza la lente distorta del dolore.

Le fiabe sono anche un viaggio d’esplorazione che ci porta a scoprire potenzialità inedite e nuove inaspettate risorse.

E sì, è vero che le spade magiche, le scarpette di cristallo e gli incantesimi su cui possiamo contare nello spazio fiabesco delle nostre avventure di carta non possiamo portarli con noi dall’altra parte del ponte.

Tuttavia, la magia vera, è che non è detto ci servano ancora.

Gli oggetti magici che possediamo e maneggiamo all’interno delle nostre fiabe, così come le esperienze magiche che vi viviamo, sono trasformative e metamorfiche: ci cambiano nel profondo e diventano parte di noi.

Le fiabe sono un farmaco per l’anima senza controindicazioni e a rilascio graduale.

Molte delle soluzioni, dei messaggi e dei suggerimenti che portano con loro si rendono infatti disponibili nel corso del tempo, a distanza di mesi e persino di anni dalla creazione o dalla lettura.

Una fiaba quindi è per il tuo oggi e anche per il tuo per sempre (finché vorrai).

Faq

per sciogliere qualche dubbio

Devo essere bravə a scrivere per partecipare?

No. Ma sono piuttosto certa che a fine percorso scriverai meglio di quando ai iniziato.

Se perdo un incontro posso recuperarlo?

Se perdi un incontro puoi ricevere il materiale usato (gli appunti e gli esercizi) ma la serata (la conduzione, la facilitazione, la condivisione) no.

Questa esperienza nasce per essere fruita in gruppo e nessuna registrazione audio o video potrà mai farti recuperare davvero l’esperienza.

Inoltre il gruppo, e quindi anche tu che ne farai parte, deve sapersi protetto: ciascun partecipante deve sentire che lo spazio dell’incontro, proprio come lo spazio della fiaba, inizia e finisce con la serata e niente che non voglia portare fuori di lì, da lì uscirà.

Se per qualche ragione a metà percorso non riuscissi più a partecipare?

Avrai un posto riservato per la prossima edizione, o per quelle a venire se quella immediatamente successiva non si sposasse con i tuoi impegni, e potrai recuperare l’esperienza in tempi migliori per te.

Sciogli i blocchi, genera risorse, trova soluzioni inedite
VIENI A FIABARE!